Monreale

Fondata da re Guglielmo II detto "il buono" nel XII secolo la cittadina di Monreale è una delle più importanti testimonianze lasciate dalla dominazione Normanna in Sicilia. Il Duomo di Monreale nasce nella commistione fra la sontuosità dell'architettura nordica e una forte componente araba, frutto delle maestranze della precedente dominazione. Il complesso monumentale è uno dei più importanti e visitati monumenti d'Italia ed è composto dal Duomo intitolato a Santa Maria Nuova, da un meraviglioso chiostro del XII secolo e dal convento dei monaci benedettini.

 

Il duomo

Imponente basilica a tre navate è un capolavoro di architettura arabo-normanna. Le pareti sono interamente decorate con mosaici policromi a fondo oro di scuola bizantina. Meravigliose le absidi esterne, con i loro intrecci di archi arabeggianti. All'interno uno degli organi a canne più grandi d'Europa.

Il chiostro

Affiancato al Duomo, il chiostro del convento dei benedettini è un'oasi di pace, fulgido esempio di architettura bizantina. I quattro lati del chiostro ospitano un portico ad archi ogivali su colonne binate riccamente decorate di mosaici. Nell'angolo meridionale del chiostro è possibile ammirare una splandida fontana.